Voto Arcobaleno
Voto Arcobaleno
Turano Campello Francesca


Candidato/a alla Camera


Ha aderito alla piattaforma

1) MATRIMONIO PER TUTT*

Credo nel matrimonio egualitario, e se proprio lo volete sapere, pure nel divorzio egualitario. Credo che dobbiamo amarci, separarci, litigare, trovare accordi tramite strumenti legali UGUALI per tutt*. Credo che l’Italia sia pronta da un pezzo ma credo anche che i deputati siano timidi a causa di una paura sola: Perdere consenso.

2)ADOZIONI PER SINGLE E COPPIE DELLO STESSO SESSO

Penso che il sistema di adozione faccia pena, ed è per questo che esiste il turismo dell’adozione. Un vero colabrodo indifendibile. Sventolare la bandiera contro le adozioni da parte di genitori omosessuali è una foglia di fico pietosissima. Trovo che un figlio abbia bisogno di Amore, di conoscenza, di sostegno di esempio civico e di rispetto. Tutto questo è garantito dalla persona e non dal suo orientamento sessuale. Su questo punto non ho dubbi. Sono per la genitorialità di chi ha la capacità di amare e sostenere la crescita di un figlio.

3) LEGGE DI CONTRASTO E PREVENZIONE DELLE VIOLENZE E DELL’ODIO OMOTRANSFOBICO

Negare che ci sia una focalizzazione dell’odio contro le persone omosessuali e transessuali significa essere ciechi. La leva più potente è l’educazione. L’aggravante in caso di crimini si può inserire ma dubito che in tribunale avrebbe efficacia in termini di pena. Probabilmente l’effetto più realistico sarebbe quello di far mobilitare le forze dell’ordine in maniera più efficace, cosa che sta avvenendo per le denunce di maltrattamenti in famiglia e contro le donne. Per questo motivo credo che bisognerebbe comunque percorrere questa strada; per ottenere più protezione. 

4)ACCESSO ALLE FECONDAZIONE ETEROLOGA PER TUTTE LE DONNE

Credo nell’autedeterminazione dell’individuo. Le donne debbono decidere del proprio corpo ed agire in totale sicurezza in ambito sanitario. L’Italia, anche in questo caso non può nascondersi che le cittadine che intendono avere figli, dato che non riescono qui attraverso la fecondazione eterologa, emigrano. A queste cittadine (eterosessuali, omosessuali, conviventi, sposate, single) va riconosciuto il diritto di genitorialità nel MIO Paese ed ai loro figli va riconosciuta la stessa tutela legale di ogni altro bambino in quanto nato in Italia (finalmente).

5 – VERSO LA  DEPATOLOGIZZAZIONE DELL’IDENTITÀ TRANS

Credo che il SSN debba riconoscere il diritto di cura a tutti i suoi cittadini, credo che a ciascuno sia dovuto il supporto necessario affinché le aspirazioni di ognuno si realizzino, con ogni mezzo disponibile,  in piena sintonia con la propria identità. Senza identità non è possibile avere una Esistenza piena. Se è vero che la Costituzione ritiene i Cittadini tutti uguali innanzi allo Stato, per doveri ma anche per diritti, allora deve garantire a tutti e ciascuno il raggiungimento delle condizioni che lo abilitino ad essere pienamente se stessi. Penso che unPaese che voglia dirsi Avanzato, Europeo, non possa prescindere dal rispetto di ogni cittadino, nel suo percorso di realizzazione di se stesso e credo che lo possa dimostrare solo attraverso le sue Leggi e la loro applicazione puntuale attraverso la messa in campo delle risorse economiche adeguate (che poi in questo caso sarebbero veramente piccola cosa rispetto alla spesa generale).

Approvato


VOTA IL SUO FATTORE ARCOBALENO

Il/La candidato/a è amico/a dei diritti LGBTI? Sei tu a deciderlo!

100%

rainbow

0 16

Condividi il tuo voto